Residenze brevi

Oltre ad accogliere borsisti per dodici mesi a Villa Medici a seguito di un concorso di selezione, l’Accademia di Francia a Roma accoglie ogni anno artisti e artiste, ricercatori e ricercatrici per soggiorni più brevi nell’ambito di cinque programmi:

Gli ospiti in residenza Medici:
Ogni anno l’Accademia di Francia a Roma accoglie artisti e ricercatori di livello internazionale, in tutte le discipline della creazione, per realizzare un progetto specifico per brevi residenze. Gli ospiti in residenza, di tutte le nazionalità ed età, hanno la possibilità di soggiornare a Villa Medici per periodi da una a quattro settimane. Possono partecipare, se lo desiderano, alle attività dell’Accademia e al suo programma culturale.

Le borse di studio Daniel Arasse:
Creata nel 2001 in collaborazione con l’École française de Rome, la borsa di studio Daniel Arasse è destinata a ricercatori e ricercatrici francofoni dottorandi o per una 1° borsa post-dottorale in storia e teoria delle arti, che desiderano venire a Roma per effettuare un soggiorno di ricerca nelle istituzioni romane o italiane sul periodo moderno e contemporaneo. La borsa ammonta a 1.000 € al mese. Nell’ambito di questo programma, sono previste otto mensilità di borsa.

Le borse di studio André Chastel:
Creata nel 2010 in collaborazione con l’Institut National d’Histoire de l’Art a Parigi (INHA), la borsa di studio André Chastel è rivolta a ricercatori e ricercatrici di livello avanzato. Questo programma permette di accogliere ogni anno a Villa Medici due ricercatori post-dottorato sull’arte dal Rinascimento ai giorni nostri.

La residenza dedicata all’arte del fumetto:
Nel 2019, l’Accademia di Francia a Roma, la Cité internationale de la bande dessinée et de l’image di Angoulême e l’ADAGP hanno attivato una residenza di creazione per sostenere alcuni progetti innovativi di fumetti da parte di autori e autrici affermati.

Residenze per partenariati e scambi inter-istituzionali:
L’Accademia di Francia a Roma sviluppa dei partenariati con altre istituzioni per promuovere la creazione contemporanea e per offrire ad artisti e ricercatori uno spazio di lavoro per brevi residenze.
Nell’ambito del partenariato attualmente in corso con la Fondazione Jean-Luc Lagardère, due lauréats sono ospitati a Villa Medici per soggiorni di ricerca e creazione.
Nell’ambito della convenzioni realizzata nel 2018 con la Regione Occitania in Francia, giovanni artisti della regione realizzano una residenza alla Villa.