Creazione sonora

Adila Bennedjaï-Zou

Adila Bennedjaï-Zou

2020-2021
2020-2021

Nata nel 1973 a Tizi-Ouzou (Algeria), Adila Bennedjaï-Zou è sceneggiatrice e documentarista.

Il suo primo documentario, Ralliés, sui soldati che tradirono l’esercito francese per unirsi al Viet-Minh, ottiene il Prix du Festival du Film d’Histoire di Pessac. I suoi film, ispirati alla microstoria, trattano di destini anonimi che hanno fatto “la grande Storia”. Sceneggiatrice anche di fiction, riceve il Premio Ginevra Europa giovani sceneggiatori per il film Garçon Manqué.

Nelle sue creazioni sonore, coniuga l’autobiografia e una forma di “auto-sociologia” per raccontare come si inventa il presente. Le sue serie di documentari Mes années Boum, PMA hors la loi e Heureuse comme une arabe en France mescolano racconti in prima persona, archivi e interviste intime.

Ha ricevuto il Gran Premio Urti Radio.

Il suo progetto a Villa Medici si propone di sviluppare una creazione sonora intorno al contro-vertice del G8 tenutosi a Genova nel 2001.