Altri eventi / Mostre
18 settembre 2017

I giovedì della Villa | 14 settembre

19.00
LIAISONS/LINKS
Mostra a cura di Ludovico Pratesi,
dal 14 settembre al 5 ottobre

Il progetto Liaisons/Links prevede l’esposizione di tre installazioni realizzate da tre artiste europee della stessa generazione: Alicja Kwade, Latifa Echakhch e Lara Favaretto.
In un momento sociopolitico difficile e delicato come questo, il progetto Liaisons/Links si configura come una possibile risposta a violenza e brutalità con opere che invitano alla riflessione, alla tolleranza e alla consapevolezza della capacità dell’arte di proporre soluzioni alternative a scontri e conflitti, attraverso linguaggi espressivi moderati e poetici ma non per questo meno efficaci.
Posizionate in tre luoghi “segreti” di Villa Medici, all’interno di un percorso ideale intorno al giardino della Villa, le opere intendono suscitare una riflessione sulla capacità delle artiste di affrontare problematiche complesse attraverso una sorta di “resilienza “, dando vita a dispositivi simbolici che affrontano tematiche sensibili attraverso immagini metaforiche e significanti, di notevole forza visiva e concettuale.
Curatore e critico d’arte, Ludovico Pratesi, ha diretto il Centro Arti Visive Pescheria di Pesaro dal 2000 al 2017. È direttore della Fondazione Guastalla per l’arte contemporanea e direttore artistico dell’associazione Giovani Collezionisti. Ha scritto L’arte di collezionare arte contemporanea (2010), New italian art (2012), Arte come identità (2015) e Perché l’Italia non ama più l’arte contemporanea (2017), tutti pubblicati da Castelvecchi. Dal 1993 al 2000 ha collaborato con le Monde. Dal 1985 collabora con il quotidiano La Repubblica.

20.30
La creatività condivisa
Incontro con Guglielmo Scilla

Guglielmo Scilla è l’incarnazione del talento poliedrico e multidisciplinare della sua generazione: i millennial. Youtube, radio, televisione, teatro ed editoria diventano gli strumenti per un percorso creativo ancora in costruzione.
Partito da Youtube, dove i suoi coetanei lo hanno incoronato “re”, approda a Radio Deejay con “A tu per Gu” dove Linus lo definisce “l’erede di Jovanotti e Fiorello” e ha recitato in diverse produzioni cinematografiche (Una canzone per te, Matrimonio a Parigi, 10 regole per fare innamorare, Fuga di cervelli, Hyubris, De serpentis munere, I’M io ci sono), televisive (Baciato dal sole) e teatrali (Grease).
Questo incontro permetterà di scoprire i molteplici talenti di Guglielmo Scilla, discutendo tematiche essenziali della creatività contemporanea come l’utilizzo della comunità digitale come laboratorio di idee o la percezione dell’entertainment digitale dalle discipline artistiche tradizionali.

 

Snatching, Lara Favaretto, 2013, fotografia di David Regen/Gladstone Gallery, New York and Brussels, Belgium

Condividi