Sceneggiatore

Mitra Farahani

Mitra Farahani

2014-2015
2014-2015

Mitra Farahani
Periodo: 2014-2015
Professione: Sceneggiatore Mitra Farahani è nata nel 1975. Vive e lavora tra Parigi e Teheran. Dopo gli studi presso l’Università Âzâd di Teheran e la Scuola di arti decorative di Parigi, realizza un primo film documentario su una transessuale prostituta di Teheran (Juste une femme, 2001), che nel 2002 ottiene il premio speciale della giuria al Festival internazionale del film di Berlino. Poi Tabous (Zohre et Manouchehr), uscito nel 2004, documentario poetico sulle relazioni amorose e sessuali nella società iraniana. A questo segue Behdjat Sadr: le temps suspendu (2006), documentario su Behdjat Sadr, grande pittrice iraniana del periodo “moderno”. Il suo ultimo film, Fifi hurle de joie (2013), viene selezionato al festival di Berlino e al Cinéma du réel di Parigi, dove ottiene il premio Scam. Nel 2014 il cortometraggio David et Goliath n°45 (girato a Villa Borghese) e la serie di disegni Prends ma tête et arrête de me prendre la tête vengono esposti nell’ambito della mostra Unedited History al Musée d’Art Moderne de la ville de Paris e al MAXXI di Roma. A Villa Medici Mitra Farahani svilupperà un progetto di scrittura per un film documentario. «Il sacrificio di Isacco per mano di Abramo fu impedito da un miracolo. Ma nella stessa situazione, questo miracolo potrebbe accadere anche oggi? E oggi questa situazione potrebbe riprodursi? È qui che comincia il racconto dell’ignoranza e dell’innocenza, ispirato a fatti reali, ma attraverso una rilettura critica e aperta degli archivi e di testi sacri e profani. Questi ultimi riguardano la storia dei santi e dei martiri contemporanei, usciti da una generazione senza causa, alle prese con la violenza dello Stato e con un potere che ormai ha perso la sua sacralità».