Letteratura

François Durif

François Durif

2022-2023
2022-2023

Nato nel 1968 a Clermont-Ferrand, François Durif è uno scrittore e artista diplomato alla Scuola nazionale superiore di belle arti di Parigi. Con il suo lavoro, mette in costante discussione lo stato dell’artista contemporaneo e le sue prerogative.

Durante le sue prime esposizioni, alterna l’attività di uomo al coperto e quella di scultore-pittore, sviluppando un’arte della discrezione. Agisce sempre nel tempo, registra delle azioni in situ e produce un testo sul suo percorso.

Dopo un bilancio delle competenze, lascia il mondo dell’arte e diventa assistente funerario e Maestro di Cerimonia per l’impresa funebre parigina L’Autre Rive (2005-2008). Dodici anni dopo, ripercorre questa particolare esperienza nella sua prima opera Vide sanitaire, pubblicata da Éditions Verticales nell’ottobre 2021. François Durif vuole rivolgersi al lettore con la stessa franchezza delle sue prestazioni al cimitero di Père-Lachaise.

È in questa energia ritrovata che nasce il suo progetto di scrittura per Villa Medici. Si appropria della parola “coriandolo” come fosse un oggetto, studiando questi curiosi proiettili e le loro mute successive: prima in gesso, conosciuti come coriandoli italiani; poi in carta, chiamati coriandoli francesi. Poiché la loro storia è strettamente legata a quella del carnevale, François Durif li studia unitamente per aprirsi a poco a poco all’eterotopia della festa e condividere con gli altri borsisti l’organizzazione del carnevale di Villa Medici che si terrà a metà della Quaresima 2023.

Parallelamente al suo lavoro di scrittura, convertirà parte dei suoi archivi in coriandoli, un modo per materializzare il lusso del tempo offerto da questa utopia localizzata che è Villa Medici. Secondo François Durif, scrivere, così come creare coriandoli, è un’attività manuale che implica il saper tagliare – decentrarsi.

 © Daniele Molajoli