Questo sito utilizza esclusivamente cookie tecnici, che non raccolgono dati di profilazione. Cliccando sul tasto "Accetto" si acconsente all´utilizzo di tutti i cookie di questo sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso ai cookie, clicca qui.

Residenze

Programma di residenze

Fondata nel 1666 da Luigi XIV, l’Accademia di Francia a Roma ha come missione fondante e centrale l’accoglienza di artisti e ricercatori. Ha ospitato, tra gli altri, Ingres, Berlioz, Carpeaux, Debussy, Garnier e numerosi artisti e storici dell’arte oggi riconosciuti a livello internazionale, come François Rouan, Henri Loyrette, Élisabeth Ballet, Ange Leccia, Bernard Frize, Patrick Faigenbaum, Marie NDiaye, Pascal Dusapin, Hervé Guibert, Xavier Beauvois, Yan-Pei Ming, Valérie Mréjen, Philippe Rahm, Bruno Mantovani, Yannick Haenel, Malik Mezzadri.

L’Accademia di Francia a Roma è oggi aperta a livello internazionale e a tutti gli ambiti della creazione artistica, della storia e della teoria delle arti, del restauro delle opere d'arte e dei monumenti.

Nel 2013 il programma di residenze dell’Accademia di Francia a Roma è stato oggetto di un’importante riforma per rispondere alle evoluzioni del contesto artistico contemporaneo. 

Attualmente sono possibili diverse tipologie di residenza a Villa Medici, con obiettivi, condizioni e durate differenti. Gli artisti e ricercatori possono fare domanda per essere ammessi come borsisti (pensionnaires), ospiti in residenza o candidati della selezione accademica.

Scarica i documenti